Open      
motore di ricerca

La stagione teatrale Agorà

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

La stagione teatrale Agorà

notizia pubblicata in data : martedì 17 settembre 2019

 

In compagnia di artisti, tra i protagonisti del teatro e della danza, da settembre a maggio, un cartellone ricco di spettacoli, letture, incontri, laboratori; uno speciale teatro diffuso nei teatri, nei musei, nelle ville storiche, nelle biblioteche, negli spazi culturali e nei paesaggi naturali e inediti degli otto comuni della Unione Reno Galliera nella area metropolitana di Bologna.

L’immagine della copertina quest’anno è dedicata all’opera "Il tavolo del poeta" dell’artista #NicolaZamboni, accompagnata dalle parole “alate” della poetessa polacca Wislawa Szymborska.

 

Un programma di appuntamenti da non perdere!

 

Prossimamente a Castel Maggiore:

 

Premio Alberghini - Galà di Santo Stefano

Giovedì 26 Dicembre 2019 ore 18.30

Teatro Biagi D’Antona, Via La Pira 54

Torna l’appuntamento con il Galà di Santo Stefano, tradizionale concerto di musica classica volto a valorizzare i giovani talenti che si sono distinti nelle ultime edizioni del concorso musicale regionale Premio Alberghini istituito nel 2015 dall’Unione Reno Galliera in partnership con il Teatro Comunale di Bologna

Presenta Cristiano Cremonini Direttore artistico Premio G. Alberghini

 

 

Agorà: L’Asta del Santo

Lunedì 30 Dicembre 2019 ore 21

Teatro Biagi D’Antona, Via La Pira 54

con Francesco Rotelli e Luca Zacchini

Lo sapevate che Sant’Antonio da Padova era di Lisbona? E che Santa Barbara è il nomignolo degli esplosivi perché suo babbo morì fulminato subito dopo averla decapitata? Sapete a chi chiedere aiuto in caso di geloni? E chi è il patrono dei rosticcieri? E sapete il perché? E che spesso i perché sono fuori dalla grazia di Dio?

L’Asta del Santo non è solo un gioco. Eppure non si può nemmeno dire sia uno spettacolo teatrale. Di certo c’è un mazzo di carte. E le vite dei santi. Un uomo solo di fronte alla folla. Un uomo che renderà Natale ogni giorno dell’anno. Che per la gente ha selezionato 52 santi tra i 4000 esistenti per narrarne vita, gesta, miracoli e poi farne un gioco da tavola, o da bettola, o da teatro.

 

Agorà: Shakespearology

Sabato 11 Gennaio 2020 ore 21

Teatro Biagi D’Antona, Via La Pira 54

In scena Woody Neri, scrittura Daniele Villa

“È da un po’ di tempo che volevamo usare il teatro per incontrare Sir William Shakespeare in carne-e-ossa e fare due chiacchiere con lui sulla sua biografia, su cosa è stato fatto delle sue opere, su più di 400 anni della sua storia post-mortem dentro e fuori dalla scena. Partiamo dall’immaginario collettivo per parlare con Shakespeare. Certo, non sarà il vero, autentico, originario William Shakespeare, ma se riusciamo a incontrare anche uno solo dei possibili Shakespeare, forse l’esperimento potrà dirsi riuscito”.

 

Agorà per il Giorno della Memoria

È bello vivere liberi

Venerdì 31 Gennaio 2020 ore 21 (matiné per le scuole)

Teatro Biagi D’Antona, Via La Pira 54

Un progetto di teatro civile per un’attrice, 5 burattini e un pupazzo

ispirato alla biografia di Ondina Peteani, prima Staffetta Partigiana d’Italia Deportata ad Auschwitz

“È bello vivere liberi!” è l’ultima frase che Ondina Peteani ha scritto a poche settimane dalla morte, quando, in ospedale, il medico le chiese di scrivere, a occhi chiusi, la prima frase che le fosse venuta in mente. Ondina, allora, ha scritto quello che sentiva profondamente: amore per la libertà.

 

ultima modifica:  26/11/2019
Risultato
  • 3
(177 valutazioni)