Inquinamento: misure di contenimento - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Inquinamento: misure di contenimento

 

Dal 13 gennaio scattano anche a Castel Maggiore le nuove misure antismog previste dal PAIR,  provvedimenti anche per caminetti e stufe a pellet e legna.

 

Attivo il servizio gratuito sms o mail che informa sull’allerta smog - Iscriviti qui

 

Le misure antismog e le limitazioni alla circolazione per i veicoli più inquinanti

 

Aggiornate al 13 gennaio, dureranno fino al 30 aprile 2021 le nuove limitazioni alla circolazione previste dal PAIR 2020 - Piano Aria Integrato Regionale per la lotta allo smog,

Restano in vigore fino al 31 dicembre 2021 le limitazioni alla circolazione dei veicoli più inquinanti, ma si sospende il blocco dei diesel Euro4 che sarebbe dovuto scattare proprio l'11 gennaio. È quanto dispone l’ordinanza firmata del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dopo il rinvio concordato con le Regioni del Bacino Padano a causa dell’emergenza sanitaria - il comunicato della Regione.

 

Cosa prevedono le nuove misure della Regione recepite nell'ordinanza comunale n.7/2021

MOBILITA’ - le misure strutturali ed emergenziali per la qualità dell’aria previste dal 1^ ottobre al 31 marzo saranno prolungate di un mese, fino al 30 aprile.

Dal 13, inoltre, anche a Castel Maggiore entrano a far parte delle misure di blocco strutturali anche i veicoli Benzina e Gpl euro 2 e metano CH4 Euro 1. Restano viceversa sospese le limitazioni per i veicoli diesel Euro4.

È previsto il raddoppio delle domeniche ecologiche, fino a quattro al mese, a partire dal 24 gennaio (ad esclusione della domenica di Pasqua e del 26 dicembre), nei Comuni aderenti al Pair2020, domeniche in cui scatterà anche il blocco per i veicoli diesel Euro 4.

Dall'11 gennaio al 31 marzo, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, non possono, quindi, circolare i veicoli benzina e Gpl pre-euro e fino a euro 2 compreso, metano CH4 fino a Euro 1 compreso, diesel fino a euro 3 compreso e cicli e motocicli pre-euro.
Nelle domeniche ecologiche il blocco è esteso anche ai diesel Euro 4. Saranno ecologiche tutte le domeniche dal 24/01/2021 fino al 30/04/2021, ad esclusione di domenica 4/04/2021.
Disco verde, invece, per la circolazione dei mezzi alimentati a benzina-metano da euro 2, benzina-gpl da euro 3, elettrici, ibridi e quelli che viaggiano con almeno 3 persone a bordo, se omologati per 4 o più posti, e con almeno 2 persone, se omologati per 2 o 3 posti a sedere (car pooling). E via libera anche ai trasporti specifici o per usi speciali e ai mezzi in deroga, tra cui quelli di lavoratori turnisti, per chi si sposta per motivi di cura, assistenza o emergenza, per chi accompagna bambini a scuola o per i meno abbienti (potrà circolare un singolo guidatore con Isee annuo fino a 14mila euro).

La Regione stanzierà 250mila euro destinati ai Comuni capoluogo per l’adozione, nelle domeniche ecologiche, del biglietto unico giornaliero del trasporto pubblico locale fino ad aprile.  Altri fondi saranno invece utilizzati per la mobilità sostenibile con misure a sostegno dei percorsi casa lavoro (bike to work, bike sharing, car sharing), delle piste ciclabili (piste emergenziali, ricuciture urbane, collegamenti interni ed esterni per poli lavorativi), delle strade scolastiche, percorsi sicuri casa-scuola, per l’acquisto di bici e la sostituzione dei mezzi più inquinanti della pubblica amministrazione.

Per verificare il rispetto delle misure di limitazione della circolazione, verranno rafforzati i controlli, che saranno 300 all'anno per i Comuni sotto i 50mila abitanti, come Castel Maggiore.

RISCALDAMENTO - Per ridurre gli inquinanti dovuti agli impianti di riscaldamento, la Regione varerà un bando per incentivare la sostituzione delle stufe - maggiore agente inquinante -, definendo una misura integrativa rispetto al bonus 110.

AGRICOLTURA - In caso di attivazione delle misure emergenziali, sarà vietato dall’11 gennaio lo spandimento dei liquami zootecnici, misura che sarà estesa su tutto il territorio regionale con l’attivazione su base provinciale. Sono escluse le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo. Inoltre, sarà vietato anche l’abbruciamento dei residui vegetali nel periodo dal 1^ ottobre al 30 aprile, con eccezione dei trattamenti fitosanitari. In tutti i casi saranno potenziati i controlli per verificare il rispetto dei divieti.

Ancora, da ottobre 2022, diventerà obbligatoria la copertura delle vasche di stoccaggio degli effluenti zootecnici, misura che sarà affiancata da risorse e incentivi attraverso appositi fondi anche del Programma di sviluppo rurale.

Norme per il riscaldamento domestico. E’ in vigore lo stop all’utilizzo di caminetti, stufe a legna o pellet per il riscaldamento domestico di classe 1 e 2 stelle (l’anno scorso lo stop riguardava solo gli impianti a 1 stella) negli immobili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico, esclusi i Comuni montani.

 

Le limitazioni riguardano i Comuni dell'agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola.

 

Misure emergenziali

Il meccanismo che attiva le misure emergenziali si baserà sulla previsione di superamento dei valori giornalieri di PM10 per tre giorni a decorrere da quelli di controllo – che aumentano da due a tre, il lunedì, il mercoledì e il venerdì - e fino al giorno di controllo successivo.

Le misure emergenziali prevedono limitazioni alla circolazione estese anche ai veicoli fino a euro 4 diesel compreso; stop agli impianti a biomassa per uso domestico fino a 3 stelle (comprese) in presenza di impianto alternativo; obbligo di abbassamento del riscaldamento fino a di 19° C nelle case e 17° C nei luoghi di attività produttive e artigianali; divieti di combustione all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc…), di sosta e fermata con il motore acceso per tutti i veicoli, di spandimento liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili e, infine, il potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani.

 

Riprende il servizio di allerta al quale è comunque possibile iscriversi da questo link anche durante il periodo di sospensione delle misure antismog.

 

Le aree di Castel Maggiore coinvolte dalle limitazioni:

Sono esclusi dai divieti di circolazione i seguenti veicoli:
- autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling) se omologate a quatto o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2/3 posti;
- elettrici o ibridi dotati di motore elettrico;
- funzionanti a metano o GPL da euro 2;
- autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici ed autoveicoli per usi speciali, come definiti dall'art. 54 comma 2 del Codice della Strada e dall'art. 203 del Regolamento di Esecuzione e Attuazione del Codice della Strada.

link utili:

 

Liberiamo l'aria: quadro di tutte le misure

 

Verifica la classe ambientale - categoria Euro sul sito Il portale dell'Automobilista

 

Contatti e informazioni

 

Parcheggi e Servizi di trasporto pubblico

  • A Castel Maggiore sono disponibili autobus con fermata in via Gramsci, via Bondanello, Neruda, e il treno, fermata ferroviaria Castel Maggiore
Pubblicato il 
Aggiornato il