città dell'infanzia - Comune di Castel Maggiore

Partecipazione | Volontariato | città dell'infanzia - Comune di Castel Maggiore


Il progetto comprende attività volte a sostenere la cultura dell'infanzia attraverso iniziative e laboratori finalizzati a sperimentare nuove modalità di aggregazione infantile e giovanile

Consiglio Comunale dei Ragazzi

Il CCR è nato nel febbraio 1999 e viene eletto ogni due anni tra i ragazzi delle elementari e medie inferiori: con questo organo si vuole dare voce ai cittadini più giovani del nostro territorio rendendoli sempre più partecipi nelle scelte che li riguardano da vicino attraverso momenti di incontro, nel sostegno alla realizzazione di iniziative come il ciclo di proiezioni cinematografiche, i laboratori extrascolastici, l'organizzazione di Bimbimbici e di iniziative di strada.

Legge 285/97 - prevenzione del disagio giovanile
Rientrano in questa attività:
- città amiche dell'infanzia e dell'adolescenza: intervento di urbanistica partecipata con l'arredo del percorso vita di via Lirone e il ripristino di alcune attrezzature sportive.
- soggiorni verdi: una serie di soggiorni estivi per incrementare le occasioni di aggregazione e promuovere l'educazione ambientale.
- laboratori extrascolastici: prevenire il disagio giovanile fornendo ai minori coinvolti strumenti per potenziare le abilità espressive, corporee, sociali e cognitive.

Progetto Chernobyl

In collaborazione con Legambiente, col progetto "Voglia di Vita - Lontani da Chernobyl" si accolgono periodicamente bambini bielorussi coinvolti nella catastrofe nucleare che ha funestato il paese ex sovietico e nelle coseguenze di essa.

Amico della Città

Dall'autunno 2002 un gruppo di collaboratori volontari è attivo per vigilare su alcune aree del territorio, in particolare quelle più frequentate da bambini e anziani (scuole, parchi, attraversamenti pedonali), e segnalare eventuali situazioni di degrado o pericolo alla Polizia Municipale.

DOVE RIVOLGERSI:
Staff del Sindaco: Via Matteotti 10, 2° Piano
Telefono/Fax: 051-6386702 / 051-715532 
E-mail: staff@comune.castel-maggiore.bo.it

L'Associazione CAMINA

Il Comune di Castel Maggiore ha sottoscritto l’atto costitutivo dell'Associazione Nazionale Camina. Monesi: “un’adesione che viene da lontano”.

Il 30 ottobre 2004 si è costituita a Castel San Pietro Terme l'Associazione Nazionale Italiana delle Città Amiche dell'Infanzia e dell'Adolescenza.

Il Sindaco Marco Monesi, che rappresentava il Comune all’atto della firma, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Castel Maggiore ha aderito all’associazione forte di una lunga esperienza: questo atto segna il passaggio dalla dimensione di centro regionale, quale era stata Camina fino ad oggi, vissuta intensamente con numerose e qualificate iniziative, ad un’esperienza che avrà grande respiro sul territorio nazionale e che accompagna lo sviluppo di un’idea, quella della centralità del punto di vista dell’infanzia nella progettazione delle città del nuovo millennio, che aggrega enti locali in misura crescente.

Castel Maggiore, con le giunte guidate da Gabriella Ercolini fino al giugno 2004, ha visto importanti esperienze: ci riferiamo al Consiglio Comunale dei Ragazzi, organismo istituito sin dal 1997, agli interventi volti all’educazione stradale, ambientale, teatrale, alla sicurezza, alla conoscenza della città, alla realizzazione di percorso ludici, culturali e ricreativi per bambine e bambini nella convinzione che una città che si occupa dei piccoli sia una città migliore.

Ci riferiamo, con particolare orgoglio, all’esperienza di urbanistica partecipata che ha portato ragazzi di scuola media ed elementare a ridisegnare la filosofia e la tipologia degli arredi di un parco urbano, quello di Via Lirone: un percorso pedonale e sportivo nel verde che viene ritmato da una serie di “paletti poetici”(poesie realizzate dai bambini nell’anno scolastico precedente) che si inseriscono in una complessiva risistemazione delle attrezzature sportive avvenuta in base alle osservazioni migliorative e alle idee espresse dai ragazzi.

Un’esperienza di urbanistica partecipata che intendiamo proseguire

Forte dunque sarà il nostro contributo, e forti sono le nostre aspettative da questo importante momento di aggregazione progettuale degli enti locali per affermare e promuovere coerenti e innovative politiche per e con l'infanzia e l'adolescenza, sostenendo il miglioramento della qualità ambientale delle città: da questo punto di vista, è attualmente in preparazione un progetto di urbanistica partecipata per la realizzazione di un parco urbano nella nuova area residenziale ovest”.

Pubblicato il 
Aggiornato il