Le margherite in via Gramsci - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Le margherite in via Gramsci

 

 

Sicurezza stradale e ambiente: in via Gramsci spuntano le margherite. Allo studio nuovi provvedimenti per la mobilità sostenibile

Anche nella strada principale di Castel Maggiore sono comparse in questi giorni le margherite che ricordano il limite dei 30 km/h vigente in centro.
Le “Margherite30” che ritroviamo come segnaletica orizzontale nelle strade del nostro comune – dalle strade a interesse naturalistico/turistico del forese alla centralissima via Gramsci – sono il simbolo della promozione della cultura della sicurezza stradale e del rispetto dell’ambiente: il numero 30 richiama l’invito a moderare la velocità e un fiore, la margherita, richiama la bellezza dell’ambiente.
Per un ambiente più sicuro, pulito e vivibile l’obiettivo è quello di stimolare gli utenti di ogni età ad adottare uno stile di vita sano e rispettoso di loro stessi e degli altri: tutti noi dobbiamo essere agenti del cambiamento.
I più recenti dati statistici e scientifici ci dimostrano che una guida più attenta e a velocità moderata produce contemporaneamente un minor numero di incidenti stradali e una minor produzione ed emissione dei climalteranti.
Il Vicesindaco e Assessore alla mobilità e all’ambiente, Luca De Paoli, spiega: “E’ importante rivalutare gli spazi urbani come luoghi a cui restituire una vivibilità apprezzabile: dove si abbia la possibilità di passeggiare e recuperare anche una socialità ormai sopita dagli stili di vita e dalla pandemia sanitaria. Tale strategia inserisce in una più complessiva politica di miglioramento dell’ambiente urbano e della sua vivibilità. Castel Maggiore lavora quindi a un deciso passo avanti nel campo della mobilità sostenibile, mettendo in pratica le soluzioni e gli obiettivi posti dal Piano Urbano della Mobilità sostenibile della Città Metropolitana. Alcune di queste, come le Zone 30 e una vasta rete di piste ciclabili, si stanno già realizzando. Altre, come le Zone a Traffico Pedonale Privilegiato e le Isole Scolastiche Temporanee, saranno considerate nel prossimo Piano Urbano del Traffico".
 

Pubblicato il 
Aggiornato il