Il Giorno della Memoria - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Il Giorno della Memoria

 
Il Giorno della Memoria

Il Giorno della Memoria si celebra il 27 gennaio di ogni anno e commemora le vittime dell'Olocausto.
La risoluzione, presa dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2005, ha fissato la data del 27 gennaio perché quel giorno, nel 1945, le truppe dell'Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, rivelando al mondo, per la prima volta compiutamente, l'orrore del genocidio nazista.

L'Italia aveva anticipato quella risoluzione con la legge n. 211 del 20 luglio 2000, che all'art. 1 spiega:

  • «La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»

All'articolo 2 la stessa legge stabilisce quindi che:

  • «In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all'articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere»

A Castel Maggiore Venerdì 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria 2023, la Sindaca Gottardi e l'assessore all'istruzione Gurgone distribuiranno nelle biblioteche di classe delle scuole primarie il volume illustrato Il bambino del Tram di Isabella Labate (Orecchio Acerbo edizioni, 2022), ispirato alla vicenda del rastrellamento del ghetto di Roma nelle parole del sopravvissuto Emanuele Di Porto.

Iniziativa realizzata in collaborazione con la biblioteca comunale Natalia Ginzburg che ha curato la scelta e l'acquisto del volume

Sabato 28 gennaio, inoltre, il Teatro Biagi D'Antona di Castel Maggiore ospiterà lo spettacolo La chiave di Sara, in cui Serena Balivo interpreta il romanzo di Tatiana de Rosnay sulla terribile vicenda del Vel’ d’Hiv, il rastrellamento effettuato dalla polizia francese nel 1942, che portò all’arresto e allo sterminio ad Auschwitz di migliaia di ebrei parigini.

 

Le iniziative dedicate al Giorno della Memoria nei Comuni della Reno Galliera 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (681 valutazioni)