Agorà - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Agorà

 
Agorà

Prende il via a Castel Maggiore sabato 28 gennaio con La chiave di Sara la seconda parte della settima edizione di Agorà, stagione teatrale itinerante negli otto comuni dell’Unione Reno Galliera. La Stagione inizia un nuovo corso in evoluzione di continuità rispetto alle stagioni precedenti, rilanciando i suoi nodi tematici e articolando percorsi legati al teatro contemporaneo, cementando affinità, rapporti consolidati e nuove forme in sinergia con il territorio, gli artisti e studiosi che negli anni lo hanno abitato, frequentato, nutrito. 

La stagione rispecchia temi e appuntamenti, autori e figure esponenti della drammaturgia di ultima generazione, con un’attenzione alle proposte di Scenario, alle intersezioni tra letteratura e teatro e due appuntamenti con chi ha attraversato la storia dei linguaggi contemporanei, insieme a momenti d’incontro, di riflessione e di festa tra spettatori e artisti

Inoltre, a partire da questa edizione, Agorà rivolge un invito ad alcune delle voci che hanno abitato la sua “piazza” in questi sette anni: Piccola Compagnia Dammacco, Sotterraneo, Gli Omini, Chiara Lagani, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Francesca Pennini.
Agorà vuole così confermare la sua struttura diffusa e aperta per ospitare immaginari e progetti teatrali e culturali; un’opportunità di crescita e di incontro per le compagnie e un’occasione di ulteriore arricchimento per il territorio e per i suoi abitanti.

Tra i primi percorsi che prenderanno vita nel mese di maggio c’è Marginalia , una ricerca socio-antropologica de Gli Omini che, a partire dal presente e attraverso le testimonianze delle persone incontrate, rivolgeranno il loro sguardo “a tutto ciò che sta agli argini e ai margini” in uno scambio informale con gli abitanti del posto, in ascolto tra i bar di paese, le strade, i luoghi di ritrovo. La compagnia pistoiese traccerà i temi di questa ricerca, interrogandosi sui nostri tempi.

Tramite la cura di Anna Amadori, Agorà avvia una progettualità dedicata alla formazione con due proposte di percorsi gratuiti sul potere della parola: Magico , come il rapporto che il linguaggio instaura con il mondo. Il corpo delle parole è un laboratorio teatrale condotto da Mariano Dammacco e Serena Balivo che condurrà i partecipanti alla definizione di un personaggio prendendo spunto da un testo (15, 16, 22 e 23 aprile - 6, 7 maggio, Villa Salina Malpighi, Castel Maggiore). Marcovaldo, la leggerezza dell’errore è un laboratorio di lettura ad alta voce condotto da Anna Amadori e basato sulla raccolta di venti novelle di Italo Calvino (il mercoledì a partire dal 1° marzo, dalle ore 20 alle 22, presso la sala Non ti scordar di me di Castello d’Argile).

 

Calendario


Sito ufficiale Agorà


Biglietti e abbonamenti

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (725 valutazioni)