Il rapporto sulle politiche socio assistenziali - Comune di Castel Maggiore

archivio notizie - Comune di Castel Maggiore

Il rapporto sulle politiche socio assistenziali

 
Il rapporto sulle politiche socio assistenziali

Nel Consiglio comunale del 26 aprile l'Assessore alle Politiche Sociali ed Abitative, Paolo Gurgone, ha presentato il rapporto annuale sulle politiche socio assistenziali relative all’anno trascorso.

Nella relazione si è cercato di porre un particolare accento sui servizi di supporto alla precarietà abitativa con una dettagliata raccolta di dati relativi, oltre che ai numeri delle domande di nuova assegnazione e di mobilità, ai profili ed alle caratteristiche dei nuclei famigliari inseriti nelle graduatorie.

L'Assessore Gurgone h sottolineato che "Lo strettissimo rapporto tra le difficoltà finanziarie ed occupazionali di un crescente numero di famiglie e la difficoltà nell’esercizio del diritto fondamentale di un abitare dignitoso a costi sostenibili o quantomeno abbordabili è naturale conseguenza dell’onda lunga della pandemia che, risolta l’emergenza sanitaria, continua a produrre gravi ripercussioni sulle economie dei nuclei più precari.

Il moltiplicarsi degli sfratti esecutivi determina una crescente emergenza abitativa ed un aumento della richiesta di aiuto ai servizi sociali.

Ai problemi finanziari di un crescente numero di famiglie del nostro territorio fa eco una crescente difficoltà di reperimento di alloggi a canone sostenibile dovuta essenzialmente a due fattori: la ritrosia dei proprietari di immobili a mettere le abitazioni sul mercato delle locazioni, sfiducia in parte dovuta agli effetti negativi della pandemia sulla redditività dei loro beni; la progressiva tendenza all’aumento del canone e delle richieste garanzie di solvibilità per la sottoscrizione dei contratti dei pur pochi alloggi ancora destinati alla locazione ad uso abitativo", e ha aggiunto: "È ormai lampante come l’inaccessibilità al mercato delle locazioni e la ancor minore possibilità di acquistare una abitazione scoraggia progetti di convivenza e comunque allontana progressivamente le giovani coppie dal nostro territorio".

La maggiore domanda di servizi alla persona riguarda, oltre alla accennata precarietà abitativa, anche l’assistenza legata a ragioni di età, di salute, di isolamento, di precarietà economica, e di autonomia in generale, domande di sostegno rispetto alle quali il rapporto che segue si propone di fornire dati e statistiche sempre più dettagliati e indicativi delle crescenti complessità delle richieste e delle soluzioni da offrire.

Gurgone infine osserva: "L’amministrazione di Castel Maggiore continua ad investire nell’incremento dei servizi alla persona sia in termini quantitativi che qualitativi ma si trova a dover fronteggiare crescenti criticità dovute all’incremento e ad alla complessità delle domande oltre che all’inesorabile aumento dei costi dei servizi. Gli aumenti delle tariffe per gli utenti più fragili, per precisa scelta e programmazione dell’amministrazione, continuano ad essere in buona parte arginati e contenuti dall’impegno di risorse comunali, ma servono più fondi e più impegno da parte del governo".

 

Scarica il documento completo di tabelle e dati

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (615 valutazioni)